BLOG

Covid ed Università


Il COVID STA CONTINUANDO A CONDIZIONARE LA SCELTA DELL’UNIVERSITÀ, lo dimostrano le proposte di nuove lauree che le università hanno appena presentato al Cun e che attendono l’ok definitivo entro l’11 febbraio 2021.

Continua a leggere..


Licei, università ed abbandono scolastico


Un diplomato su due non si iscrive all’università nell’anno della maturità e  il 46% si ferma mentre solo un iscritto su quattro riesce ad arrivare alla laurea. 

Il 54,5% dei neo-diplomati (esclusi i tecnici)  In Lombardia (fonte Openpolis su dati Bes) prosegue il percorso di studi in ambito accademico. 

Continua a leggere..


La scelta della scuola


Quali sono i criteri per scegliere la scuola giusta? 

Cosa bisogna valutare durante un “Open Day” organizzato online? Molti genitori alle prese con la scelta della primaria e alla secondaria di primo grado sono impegnati  per cercare di non sbagliare. E così i ragazzi di terza media la cui decisione ancor più difficile in quanto gli “Open day”, le giornate dedicate a conoscere gli istituti, si sono svolti online.

Continua a leggere..


Una donna RETTORE della Sapienza


Antonella  Polimeni, preside della facoltà di medicina ha battuto i suoi avversari al primo turno con il 60,7 per cento di voti, divenendo il primo rettore, di sesso femminile, dell’università La Sapienza; il primo rettore eletto al primo turno.

La più grande università d’Europa, in 717 anni della sua storia.

Continua a leggere..


Università: Test d’ingresso 2020


Per preparare i Test d’ingresso università 2020  può essere utile chiedere aiuto a un insegnante privato per  delle sessioni di studio mirato al fine di  prepararsi in maniera efficace.

Questo metodo è idoneo soprattutto quando ci si trova ad affrontare il test d’ingresso per entrare in una facoltà non attinente agli studi della scuola superiore. 

Continua a leggere..


Scrivere una tesi


Spauracchio e timore di molti studenti, la tesi di laurea che conclude l’iter universitario, può diventare motivo di soddisfazione per uno studente, chiamato magari per la prima volta a redigere uno scritto articolato di propria mano.

Continua a leggere..


La scelta universitaria


Anche se non tutti hanno ancora le idee chiare su cosa fare e i tempi stringono, tuttavia agli indecisi dell’ultimo momento rimangono ancora un po' di settimane per scegliere all’Università. 
Ovviamente bisogna escludere tutti quei corsi universitari in cui sono previsti test di ingresso già effettuati o in cui i termini di iscrizione per accedervi siano comunque scaduti.

Continua a leggere..


Scende il livello di istruzione in Italia


Secondo il report 2020 dell’ISTAT, la situazione dell’istruzione in Italia rispetto agli altri paesi europei è pessima, con un notevole divario tra le Regioni del Nord e quelle del Sud dove è ancora forte l’abbandono scolastico. Il  report 2020 dell’ISTAT certifica la  situazione dell’Italia rispetto al livello d’istruzione dei propri cittadini;  l’istituto di statistica nazionale si è avvalso anche delle indagini condotte dall’EUROSTAT,e conferma che  il Paese ha tutti gli indicatori ben lontani dalla media dell’Unione e, in alcuni casi, si classifica addirittura come il peggiore della zona. Ad esempio, nonostante un incremento registrato negli ultimi quindici anni, solo il 62,1% della popolazione tra i 25 e i 64 anni ha conseguito almeno un diploma di studi superiori, a fronte della media europea che si aggira intorno al 78%. Anche per la fascia di popolazione compresa tra i 30 e i 34 anni la situazione non migliora, con solo il 75% circa di diplomati rispetto all’84% dell’indice dell’UE. Per quanto riguarda la situazione dei laureati nello stesso intervallo di età, l’Italia raggiunge il primato negativo di titoli ottenuti insieme alla Bulgaria con il 27,6%, ben 13 punti percentuali in meno del livello continentale.

Continua a leggere..


Cattive notizie sulle immatricolazioni


La ripresa delle attività didattiche nelle università italiane rischia di essere abbastanza complicata. Il Covid-19 potrebbe avere un impatto non solo sulle modalità di svolgimento di lezioni ed esami, ma anche sulla possibilità d’accesso agli studi da parte di migliaia di studenti.

Continua a leggere..


Decreto 26 aprile 2020 : Scuola


Il nuovo Decreto del 26 aprile non , non ci prevede novità riguardo al mondo della scuola. Gli istituti di ogni ordine e grado restano ancora chiusi e si continuerà la didattica a distanza, fino a settembre molto probabilmente. 

Continua a leggere..


1